taxi londra

Il mondo dei taxi, non c’è che dire, sta vivendo degli anni particolarmente importanti per il suo sviluppo.

La diffusione di alcune applicazioni web ha rivoluzionato il modo di richiedere ed acquistare dei passaggi in auto, causando peraltro non poche polemiche in alcuni paesi, Italia compresa, in quanto offrire il servizio in questo modo significa sostanzialmente bypassare gli oneri a carico dei tassisti “tradizionali”.

La novità del taxi a guida autonoma

A Londra, tuttavia, si sta configurando un qualcosa di ancor più innovativo, ovvero la possibilità di salire a bordo di un taxi a guida autonoma.

Addison Lee Group e Oxbotica hanno posto in essere un accordo che darà vita appunto a un innovativo servizio di “robotaxi”, il quale dovrebbe divenire attivo nel 2021.

Come verrà sviluppato il progetto

La realizzazione di questo progetto prevede diversi step: anzitutto si dovranno realizzare delle mappe digitali ad alta definizione delle strade cittadine, considerando ovviamente la segnaletica, i semafori e tutti gli altri elementi preziosi affinché la guida automatica riesca a rivelarsi impeccabile e sicura.

Quanto ai veicoli che dovrebbero essere impiegati per il servizio “robotaxi” di Londra non vi sono indiscrezioni, dunque non è dato sapere se verrà coinvolta qualche casa produttrice.

Tra non molto tempo, dunque, Londra diverrà teatro di quest’interessante novità, la quale potrebbe riguardare in seguito anche la città di New York; è peraltro utile sottolineare che Uber ha annunciato di voler elettrificare la propria flotta della metropoli britannica entro il 2025.

15 Novembre 2018