risparmio auto elettriche

Le auto elettriche sono ormai una realtà, per quanto non siano ancora dei mezzi particolarmente diffusi, tuttavia molte persone iniziano a valutarne molto concretamente l’acquisto chiedendosi a che punto sia conveniente acquistare un veicolo appartenente a questa categoria.

Per rispondere a questa domanda la società Selectra, specializzata nella comparazione di tariffe relative a utenze di vario genere, ha eseguito uno studio specifico basandosi sui dati forniti da IEA, International Energy Agency.

Come viene ricaricata un’auto elettrica

Prima di entrare nel dettaglio è molto utile sottolineare in che modo si può ricaricare un’auto elettrica, un aspetto che solo poche persone conoscono a fondo.

Se si vuol ricaricare l’automobile in casa è necessario disporre di un impianto elettrico con potenza nominale di almeno 3kW, tuttavia una ricarica domestica del veicolo richiede dei tempi piuttosto lunghi che spaziano dalle 6 alle 12 ore.

Ben più rapida è invece la ricarica eseguibile presso le apposite colonnine: in questo modo si può ricaricare fino all’80% delle batterie del veicolo in meno di un’ora.

Esistono anche delle infrastrutture quali delle speciali centraline, in realtà ancora piuttosto rare, le quali consentono di ricaricare in modo completo un’auto elettrica in circa un quarto d’ora.

I costi dell’energia e quelli dei carburanti

Se si vuol stimare il risparmio correlato all’utilizzo di un’auto elettrica bisogna ovviamente valutare il costo dell’energia elettrica, che non è univoco.

I costi di tali utenze variano in modo importante da zona a zona, nonché dalla società fornitrice e perfino dall’orario in cui la ricarica viene eseguita, dal momento che esistono diversi piani tariffari che prevedono opzioni di questo tipo, tuttavia la società che ha curato lo studio evidenzia il fatto che una ricarica completa non dovrebbe mai superare un costo di 9 euro.

È evidente che si tratta di una spesa ben inferiore rispetto a quella necessaria per fare il pieno di carburante, e quest’aspetto viene rapportato a quello che potrebbe essere il classico utilizzo medio di un’auto privata.

Il risparmio annuo legato all’utilizzo di un’auto elettrica

Immaginando che una persona percorra in media 35-40 Km al giorno, magari per raggiungere il posto di lavoro e per altre esigenze personali o familiari, si può stimare una percorrenza mensile di 1.200 Km.

Considerando che un’auto elettrica moderna ha un’autonomia di 250 Km, 5 ricariche mensili sono destinate a rivelarsi più che sufficienti, dunque è possibile stimare un costo mensile di energia elettrica pari a 45 euro.

Rapportando tali costi a quelli che dovrebbero essere sostenuti alimentando l’auto con del carburante, Selectra stima che l’utilizzo di un’auto elettrica assicuri un risparmio annuo di circa 800 euro.

Ulteriori ragioni per scegliere un’auto elettrica

La convenienza legata all’acquisto di un’auto elettrica è dunque evidente, e non vanno tuttavia trascurati ulteriori aspetti per i quali la scelta di un veicolo come questo merita di essere considerata ottimale.

Anzitutto è attualmente vigente un ricco Ecobonus destinato a chi acquista auto elettriche, il quale prevede uno sconto di 6.000 euro sul prezzo di listino per chi effettua una rottamazione e di 4.000 euro senza alcuna rottamazione.

Oltre a questo va considerato che le tecnologie correlate al mondo delle vetture elettriche potrebbero migliorare, riducendo ulteriormente i costi, inoltre potrebbero nascere soluzioni ad hoc per i consumatori che presentano questo tipo di esigenze, come ad esempio dei convenienti abbonamenti a dei circuiti di ricarica.

22 Giugno 2019